Dal primo febbraio, riaperti musei e mostre a Roma e nel Lazio (ma non il fine settimana)

3' di lettura 03/02/2021 - Dal primo febbraio, hanno riaperto musei e mostre a Roma e nel Lazio: dal lunedì al venerdì, ma non nel fine settimana (per l’evidente intenzione del governo di evitare gli assembramenti del week-end), potranno riaprire tutti i musei.

Hanno annunciato la riapertura il Palazzo delle Esposizioni, Macro, Mattatoio e Maxxi, i Musei Capitolini, i Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali, il Museo di Roma e Palazzo Braschi, il Museo dell'Ara Pacis, il Museo di Roma in Trastevere, la Galleria Nazionale d'Arte Moderna, i Musei di Villa Torlonia, il Museo Civico di Zoologia, il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, il Museo Napoleonico, il Museo Pietro Canonica e Villa Borghese, il Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, il Museo della Repubblica Romana, il Museo Casal Dei Pazzi, il Museo delle Mura, la Villa di Massenzio. Apriranno inoltre i Fori Imperiali e l'area archeologica del Circo Massimo. Dopo quasi 90 giorni di chiusura, riaprirà al pubblico anche il Colosseo, dal lunedì al venerdì con orario 10.30-16.30: la Domus Aurea, invece, al momento rimarrà ancora momentaneamente chiusa.

Sono da segnalare anche varie mostre interessanti: ai Mercati di Traiano, “Napoleone e il mito di Roma”, dedicata agli scavi promossi da Bonaparte (del quale quest'anno ricorre ll bicentenario della morte, maggio 1821). La mostra è a cura di Claudio Parisi Presicce, Simone Pastor, Massimiliano Munzi, Nicoletta Bernacchio.

I Musei Capitolini, presso lo spazio espositivo di Villa Caffarelli, ospiteranno “I marmi Torlonia. Collezionare capolavori”, una mostra sulla storia del collezionismo dei marmi antichi, romani e greci. Sempre ai Capitolini si potrà visitare anche l’altra “Il Tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione Roberto Longhi” (il “mostro sacro” della critica d’arte del ‘900 che fu maestro, tra l’altro, di Federico Zeri e Pier Paolo Pasolini), col celebre dipinto “Ragazzo morso da un ramarro”. E, prorogata sino al 2 maggio, “Lockdown Italia”: rassegna di oltre 70 scatti dei fotografi dell’Associazione della Stampa Estera in Italia e delle più importanti agenzie di stampa, che raccontano le fasi fondamentali della pandemia.

Ma come acquistare i biglietti? Per Il Maxxi ci sarà un biglietto speciale a 5 euro, prenotabile su maxxi.vivaticket.it, per garantire visite scaglionate per fasce orarie nel rispetto delle norme sulla sicurezza. Per il Colosseo, le aree del Parco saranno visitabili solo ed esclusivamente prenotando il proprio ingresso online. Per il circuito dei Musei Civici, è possibile effettuare l'acquisto dei biglietti direttamente nelle biglietterie, ma rimane fortemente consigliato il preacquisto tramite il sito www.museiincomuneroma.it (acquisto con 1€ di prevendita). Questa procedura, si legge sul sito, consente di annullare le code in biglietteria e ridurre gli affollamenti nelle sale, grazie all'assegnazione di fasce orarie in cui presentarsi per entrare al museo e iniziare la visita. Una volta completato l'acquisto, è sufficiente stampare la ricevuta e mostrarla cartacea o digitale all'ingresso del museo scelto e/o della mostra.






Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2021 alle 09:13 sul giornale del 04 febbraio 2021 - 121 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Fabrizio Federici