Lazio. Fials: Regione deve tutelare dati sanitari sensibili e farne backup

hacker 1' di lettura 04/08/2021 - (DIRE) Roma, 4 ago. - "Ciascuna realtà societaria oramai è doviziosamente dotata di un sistema di protezione dati che tutela bilanci, commesse e documenti. Ci chiediamo perché mai la Regione Lazio tramite Laziocrea, sua società in house, non sia riuscita a oggi a tutelare i dati sensibili dei cittadini e farne un backup".

Lo riporta la nota della segreteria provinciale Fials di Roma che esprime preoccupazione per una varietà di documenti che al momento potrebbero anche andare persi: "Quei cittadini che hanno utilizzato la rete per il proprio fascicolo sanitario, i pazienti che la utilizzano puntualmente per le prenotazioni delle proprie visite sia in regime pubblico che in intramoenia, senza contare i medici di famiglia che periodicamente si collegano alla piattaforma regionale, tutti costoro devono essere protetti. Si tratta di problematiche importanti che necessitano di sistemi sofisticati di tutela e salvaguardia".

"Ci auguriamo a questo punto che intanto si faccia chiarezza su quanto accaduto e che presto si ripristini l'intero server senza danni ai servizi. Soprattutto non vorremmo che il sistema di prenotazione esami oltre a quello vaccinale, non abbia ripercussioni sui pazienti utenti- aggiunge la nota- Già le liste d'attesa per la diagnostica ricordano tempi biblici come mai prima d'ora e ci mancherebbe che si dovesse ricominciare daccapo con la perdita delle prenotazioni".

"Abbiamo intenzione di vigilare sull'accaduto e- chiosa la nota- attendiamo il presidente del Lazio Nicola Zingaretti alla conta e alla specifica dei fatti". (Red/ Dire)


   

da Agenzia Dire





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 04-08-2021 alle 11:36 sul giornale del 05 agosto 2021 - 126 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cdqX





logoEV
logoEV